Gran Premio d’Australia annullato a causa dell’epidemia di coronavirus
La gara di Melbourne doveva aprire la stagione 2020 Formula 1 programma, le prime sessioni di allenamento per iniziare venerdì.
I piloti, i team e i fan erano già arrivati ​​in pista per i preparativi, sebbene Lewis Hamilton ha dichiarato alla sua conferenza stampa che è stato “scioccante” che la gara non sia stata annullata.

Tuttavia, la decisione di annullare l’evento è stata finalmente presa giovedì dopo che la McLaren si è ritirata dopo che un membro del team era risultato positivo per il virus.

“Apprezziamo questa notizia molto deludente per le migliaia di fan che partecipano alla gara e tutti i possessori di biglietti riceveranno un rimborso completo e un nuovo annuncio verrà annunciato a tempo debito”, ha dichiarato una dichiarazione congiunta della FIA e della Formula 1, con il supporto di organizzatori di gare.

“La sicurezza di tutti i membri della famiglia di Formula 1 e della comunità in generale, nonché l’equità della competizione sono priorità”.

A seguito delle notizie di Melbourne, il GP del Bahrain (22 marzo) e il primo GP del Vietnam (5 aprile) sono stati posticipati per consentire agli organizzatori di “prendersi il tempo necessario per studiare la fattibilità di possibili date alternative”.

Il GP di Cina, fissato per il 19 aprile, è stato rinviato a febbraio.

La nuova stagione dovrebbe ora ricominciare a maggio.

Un membro del team della McLaren è risultato positivo al coronavirus.

Sospensione della Formula E

Anche la stagione della Formula E è stata temporaneamente sospesa a causa delle preoccupazioni sul virus.

Le gare di Sanya, Cina e Roma, in Italia, erano già state posticipate mentre una gara nella capitale indonesiana, Jakarta, era stata posticipata.

READ  Se devi volare, ecco come le compagnie aeree cercano di proteggerti

Gli organizzatori della serie completamente elettrica hanno dichiarato che rimarrà in condizioni di “bandiera rossa” fino a marzo e aprile, il che significa che anche il palcoscenico del tour di Parigi sarà rinviato.

Sarebbe poi diventato una “bandiera gialla” a maggio, il che significa che la gara di Seoul, in Corea del Sud, non potrebbe aver luogo il 3 maggio.

La speranza è che la gara possa ricominciare da giugno a luglio, il che potrebbe riprogrammare gli eventi a seconda delle circostanze.

“Questa decisione non è stata presa alla leggera, ma riteniamo che sia essenziale proteggere la salute e il benessere del personale, dei team, dei partner e dei fornitori – e delle loro famiglie – che viaggiano con la Formula E “, ha dichiarato una dichiarazione degli organizzatori.

“Come una serie di eventi internazionali che si svolgono nel cuore dei centri cittadini, abbiamo anche la responsabilità morale e sociale di proteggere le persone e i cittadini nei luoghi in cui corriamo e non vogliamo esacerbare la situazione già preoccupante. “.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_motorsport/~3/ctUWuvX5Q0k/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *