Mikaela Shiffrin è grata di aver visto suo padre nei suoi ultimi momenti
È dopo il tramonto che il doppio Campione olimpico, già considerato uno dei più grandi sciatori alpini della storia quando aveva solo 25 anni, iniziò a pensare a suo padre. Lo spirito fischia e entra la tristezza.
il Pandemia di coronavirus significa che la maggior parte dell’umanità ha difficoltà a essere isolata o limitata, ma per Shiffrin c’è un’ulteriore difficoltà.

Il 2 febbraio, suo padre Jeff è morto improvvisamente per un incidente mentre era a casa in Colorado. Aveva 65 anni.

All’epoca, in competizione all’altra estremità del mondo, lo sciatore devastato si precipitò a casa con sua madre Eileen e suo fratello Taylor per stare al suo fianco.

“Proprio prima di andare a letto, almeno per me, è qui che la mia mente inizia a … Perdo la concentrazione”, ha detto Shiffrin Sport della CNN.

“Sta appena iniziando ad entrare in tutti i ricordi che ho avuto con lui, i ricordi più recenti, sai, proprio tutto.” Questo è quando è probabilmente il più difficile, o il più triste.

Lacrime nei miei occhi, Shiffrin ha aggiunto: “Sono davvero grato di essere stato in grado di vederlo in questi ultimi momenti … Non era uguale ma … lo sentivo ancora.”

Shiffrin con sua madre Eileen e suo padre Jeff.

“Ci sentiamo più vicini a lui qui”

È un dato di fatto nel mondo dello sci che poche famiglie sono vicine come gli Shiffrins. Durante la stagione, sua madre viene spesso vista al fianco del cinque volte campione del mondo Shiffrin su Race Hill. Suo padre si è unito ai media nell’area del traguardo, cercando di catturare la migliore foto di sua figlia che taglia il traguardo. Un’altra medaglia al seguito, un altro souvenir per l’album di famiglia.

READ  Il segretario alla Difesa Mark Esper afferma di essere "di larghe vedute" sulla possibilità di ripristinare il comandante della portaerei autorizzata

In una videochiamata nella stanza principale della sua casa in Colorado con uno sfondo tentacolare delle Montagne Rocciose in vista, Shiffrin disse che dopo il dolore dei mesi precedenti, essere a casa era importante.

“Mio padre ha trascorso molto tempo in questa casa e [was] parte del motivo per cui ho finito per acquistare questa casa “, ha detto Shiffrin”. L’aveva visto sul mercato ed era venuto a provarlo prima ancora che lo sapessi. E disse: “Devi davvero controllare questo posto”.

“Siamo usciti insieme sul ponte insieme e lui ha detto:” Guarda questo panorama e non riesci a immaginarlo? “E ho pensato, sì, davvero.

“Ci sentiamo più vicini a lui qui. E abbiamo foto di lui in tutta la casa. Ho fatto delle piccole foto che avevamo [of] lui nel corso degli anni e li ha fatti saltare in aria e li ha messi sul muro “.

Fu uno dei periodi più difficili della vita della stella americana. Ma, in un mondo in cui tutti sono nei guai, le ha fatto apprezzare ciò che aveva e ha ancora.

“Ci sono molte persone che stanno attraversando questo periodo perdente in questo momento”, ha detto. “Quindi continuavo a pensare, grazie a Dio, ho mia mamma e mio fratello. Sono ancora qui.”

“Mio padre ama sciare”

Dopo aver abbandonato la stagione e le sue possibilità di vincere un quarto titolo assoluto a febbraio, Shiffrin ha cercato di tornare all’ultima gara della stagione ad Are, in Svezia, solo per annullare l’evento il giorno prima primo giorno di gara a causa del coronavirus. Ma né la competizione né la vittoria erano davvero importanti per lui.

Shiffrin partecipa alla Coppa del mondo di sci alpino femminile Audi FIS Super G.

“Potrei essere stato l’unico atleta sul circuito di Coppa del mondo ad essere così grato di essere lì anche senza che la gara si svolgesse. In molti modi, ha avuto altrettanto successo”, ha detto. ha dichiarato.

READ  Perché New York è stata così gravemente colpita dal coronavirus (opinione)

“Sciare è qualcosa che tutta la mia famiglia condivide. E mio padre adorava sciare, lo adorava … Pensavo che stare in montagna fosse come essere vicino a lui.”

Non avendo gareggiato per tre mesi, la sua più lunga assenza di gare di sci nella sua carriera, Shiffrin ha detto che per la prima volta dalla morte di suo padre, inizia a immaginare come potrebbe essere tornare all’inizio.

“Immagino che potresti dire che la mia motivazione in molti modi è in aumento. Sto aspettando Sölden l’anno prossimo per la prima gara della stagione per dire:” andiamo, questo è dove voglio essere. “Questo è dove mio padre voleva che fossi. Non vedo l’ora … una volta comprese tutte queste altre cose”, ha detto.

“Ho pensato di essere abbastanza bravo da mantenere una prospettiva su ciò che è importante. Ma penso che ora sia cambiato. E spero di non dare mai più nulla per scontato.”

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_sport/~3/KthW8NcmgUc/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *