David Guetta ospiterà un’epica festa da ballo su un iconico tetto di New York questo fine settimana
L’acclamato deejay internazionale farà girare i suoi successi classici sabato sera da un iconico tetto di New York, per raccogliere fondi per associazioni benefiche di coronavirus.

“Dall’inizio di [the pandemic] Stavo cercando un’idea su come restituire “, ha detto Guetta alla CNN in un’intervista mercoledì.” Non volevo fare qualcosa nella mia stanza … Volevo avere persone davanti a me. Darò alla gente l’opportunità di interagire con me su Zoom. Avrò più schermi perché mi piace l’idea di giocare per le persone che posso vedere. “

L’evento, United At Home, sarà trasmesso in diretta su tutti i canali social di Guetta alle 19:00. La location rimarrà un segreto per i fan fino all’inizio dell’evento, ma Guetta afferma che “sarà molto speciale”.

Questo è il secondo concerto sul tetto che Guetta ha organizzato per raccogliere fondi per gli aiuti di coronavirus. Il primo ha avuto luogo a Miami il mese scorso e ha raccolto $ 750.000 per l’alimentazione del sud della Florida, l’alimentazione per l’America, l’Organizzazione mondiale della sanità e la Fondazione ospedaliera di Parigi.

I fan possono aspettarsi di ascoltare i suoi classici per quasi due ore e persino la nuova musica.

“Questa mattina ho iniziato un remix molto speciale che è una canzone su New York per aprire lo spettacolo”, ha detto Guetta. “Penso che sarà molto speciale. Sto davvero cercando di rendere lo show unico. Anche i miei successi come ‘I Got A Feeling’, ‘Sexy Chick’, ‘Titanium’, provo a creare versioni che la gente non riescono a sentire quando ascoltano la radio “.

Guetta incoraggia i fan a trovare i propri modi per restituire durante questo periodo.

“È pazzesco vedere quanti soldi puoi guadagnare così tanto”, ha aggiunto. “Questo è quello che voglio dire alle persone se possono aiutare, non dovrebbero essere $ 10.000. Con $ 1 penso [Feeding America] riuscito a dare come dieci pasti. “

Guetta afferma che le persone hanno bisogno della musica più che mai.

“Tutto quello che posso fare è cercare di aiutare … È ovviamente un momento molto difficile per tutti. Analizzeremo tutto questo insieme. È davvero un momento che mostra come dovrebbe essere il mondo uniti ed è sempre quello che ho cercato di fare con la mia musica, per riunire le persone … siamo tutti uguali di fronte a questa malattia “.

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *