PIL: la terribile economia americana nel primo trimestre è stata persino peggiore di quanto pensassimo

È stata la peggiore performance dell’economia degli Stati Uniti dall’ultimo trimestre del 2008, quando l’America è stata nel mezzo della crisi finanziaria e ha chiuso sei anni di crescita economica ininterrotta.

Gran parte del declino è stato causato da un forte calo della spesa dei consumatori, in particolare per le procedure elettive di assistenza sanitaria.

Gli economisti si stavano preparando per la contrazione nel primo trimestre. Ma la revisione mostra che l’economia è stata anche peggio del previsto, nonostante un brusio a gennaio e febbraio prima della chiusura a marzo. Il PIL dovrebbe contrarsi ancora di più in questo trimestre.

Le revisioni di giovedì sono state principalmente guidate da numeri di inventario che erano peggiori del previsto.

Gli inventari e gli investimenti in inventari sono stati rivisti al ribasso, spinti da revisioni di beni e prodotti petroliferi non durevoli, secondo la BEA.

Buone notizie per il secondo trimestre?

Potrebbe non essere una brutta cosa.

“Mentre il primo trimestre è stato leggermente peggiore di quanto pensassimo, il declino nel secondo trimestre potrebbe essere minore poiché una parte maggiore dell’adeguamento delle scorte era già avvenuta”, ha affermato Michael Pearce, anziano economista statunitense presso Capital Economics.

Gli ordini di aprile per beni durevoli supportano questa tesi. Gli ordini sono crollati del 17,2% il mese scorso, secondo l’Ufficio censimento. Questa riduzione è dovuta principalmente alla diminuzione degli ordini nel settore dei trasporti, compresi gli aerei. Ma il declino è stato persino migliore di quanto si aspettassero gli economisti, il che potrebbe significare che parti dell’economia statunitense erano più resistenti al congelamento di quanto inizialmente temuto.

Detto questo, l’economia dovrebbe ancora registrare un trimestre storicamente terribile tra aprile e giugno. Le aspettative ruotano attorno a un calo annuale del PIL del 40%, trainato da un forte calo dei consumi.

READ  Grande Raccordo Anulare allagato, metro A chiusa

I profitti aziendali diminuiscono

Questa seconda occhiata ai numeri includeva anche i profitti delle imprese, dimostrando che i profitti della produzione attuale sono diminuiti di quasi il 14% rispetto al trimestre precedente, con un calo di $ 295 miliardi tra gennaio e marzo, contro un aumento di $ 53 miliardi nell’ultimo trimestre del 2019 Questo è il peggior declino dal quarto trimestre del 2008.

Le società finanziarie hanno registrato un calo di circa il 17%, ovvero $ 67 miliardi, e le società non finanziarie hanno registrato un profitto del 14%, ovvero $ 170 miliardi.

Vi sono stati alcuni segnali leggermente incoraggianti: le vendite finali agli acquirenti domestici – una misura della domanda nell’economia basata sulla spesa dei consumatori e sugli investimenti privati ​​- sono state riviste. Anche se le vendite sono diminuite, non sono diminuite tanto quanto inizialmente pensato.

source–>https://www.cnn.com/2020/05/28/economy/us-gdp-first-quarter-revision/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *