FIRENZE, ITALIA – Con tassi allarmanti di autolesionismo, suicidio e ansia tra bambini e giovani in tutto il mondo, l’UNICEF e l’Organizzazione mondiale della sanità si uniscono ad alcune delle più grandi menti del mondo per combattere questa crescente minaccia.

“Troppi bambini e giovani, ricchi e poveri, in tutto il mondo soffrono di problemi di salute mentale”, ha affermato Henrietta Fore, direttore esecutivo dell’UNICEF. “Questa crisi imminente non ha confini o frontiere. Con la metà dei disturbi mentali che iniziano prima dei 14 anni, abbiamo bisogno di strategie urgenti e innovative per prevenire, rilevare e, se necessario, trattarli in tenera età. “

Nell’ambito di una campagna congiunta volta a porre i problemi di salute mentale per bambini e adolescenti al primo posto nell’agenda mondiale della salute, l’UNICEF e l’OMS ospiteranno la loro prima conferenza sull’argomento a Firenze, in Italia, dal 7 al 9 novembre. La conferenza fa parte di Guidare gli spiriti, La nuova serie di conferenze globali annuali dell’UNICEF per evidenziare le questioni chiave che riguardano i bambini e i giovani dei 21 annist secolo. Parte delle celebrazioni del 30eAnniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia, la conferenza culminerà con raccomandazioni per azioni decisive informate da accademici, scienziati, governi, filantropi, imprese, società civile e giovani stessi.

Secondo gli ultimi dati:

  • Fino al 20% degli adolescenti in tutto il mondo soffre di disturbi mentali.
  • Il suicidio è la terza causa di morte tra i 15-19 anni in tutto il mondo.
  • Circa il 15% degli adolescenti nei paesi a basso e medio reddito ha preso in considerazione il suicidio.

Il costo dei disturbi mentali non è solo personale; è anche sociale ed economico. Tuttavia, la salute mentale di bambini e adolescenti è stata spesso trascurata nei programmi sanitari globali e nazionali.

READ  La leggenda del Motorsport Stirling Moss muore a 90 anni

“Troppi bambini hanno accesso a programmi che insegnano loro a gestire emozioni difficili”, ha affermato il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità. “Pochissimi bambini con disturbi mentali hanno accesso ai servizi di cui hanno bisogno. Questo deve cambiare. “

Leading Minds 2019 esaminare le risorse, i partenariati, i servizi, l’impegno politico e il sostegno pubblico necessari per promuovere la salute mentale di bambini e giovani. La conferenza esaminerà la logica e i risultati dello stato della scienza e della pratica, comprese le ultime prove sulla salute del cervello nei primi anni di vita, attraverso l’infanzia, la mezza infanzia e gli adolescenti. Esaminerà le lacune di dati che devono essere colmate, nonché i programmi che hanno avuto successo. Esaminerà inoltre la prevalenza generale della malattia mentale attraverso età e aree geografiche, cause e fattori che contribuiscono, nonché programmi per prevenire e curare i disturbi e promuovere una mente sana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *