Il guatemalteco fu espulso dagli Stati Uniti. Pochi giorni dopo, è stato ricoverato in ospedale per un coronavirus

Funzionari della salute e della migrazione guatemaltechi affermano che l’uomo è arrivato giovedì in Guatemala su un volo di sfratto da Mesa, in Arizona. All’epoca era asintomatico, ma due giorni dopo ha iniziato a mostrare i sintomi e poi è risultato positivo al virus, hanno detto i funzionari.

Questo sembra essere il primo caso segnalato di una persona espulsa dagli Stati Uniti con un coronavirus – una possibilità che i sostenitori hanno messo in guardia da settimane.

L’uomo è stato ricoverato in ospedale in Guatemala, hanno detto i funzionari. Quaranta altri che erano sul furto di espulsione con lui vengono messi in quarantena a casa.
Immigrati e difensori dei diritti umani hanno avvertito per settimane che i voli di espulsione dagli Stati Uniti, il paese con il maggior numero di casi noti di coronavirus, potrebbe accelerare la diffusione del virus in altri paesi.

“È tanto prevedibile quanto orribile … Era solo una questione di tempo”, ha detto lunedì alla CNN Charanya Krishnaswami, direttrice della difesa di Amnesty International per le Americhe.

Detenuti immigrati ad alto rischio di coronavirus, ha detto, condizioni di detenzione nell’ICE.

“Gli Stati Uniti, fermandosi per fermare la macchina dell’espulsione, stanno esportando questo virus in paesi che sono molto meno attrezzati per affrontarlo di noi”, ha detto.

Le autorità guatemalteche dicono 36 casi di coronavirus e un decesso sono stati confermati in questo paese. Più di 159.000 casi di coronavirus e oltre 2.900 decessi sono stati confermati negli Stati Uniti, secondo Conto della CNN.
La pandemia di coronavirus ha immobilizzarono migliaia di aerei e lasciarono gli aeroporti come città fantasma. Ma i voli di sfratto degli Stati Uniti sono continuati.

All’inizio di questo mese, il Guatemala ha temporaneamente sospeso i voli di espulsione statunitensi a causa delle preoccupazioni sulla pandemia. I voli sono ripresi pochi giorni dopo.

Un gruppo di organizzazioni guatemalteche la scorsa settimana ha invitato il governo del paese centroamericano a spingere gli Stati Uniti a sospendere gli sfratti nelle prossime settimane e “fornire protezione, attenzione e accesso alle cure sanitarie per coloro che si trovano nei centri di detenzione”.

“È un timore che molti gruppi abbiano avuto, in particolare in America centrale e in Guatemala, che il coronavirus potesse essere esportato nel loro paese attraverso espulsioni dagli Stati Uniti”, ha affermato Maureen Meyer, direttore dei diritti dei migranti a Washington. Ufficio sull’America Latina. “In un paese come il Guatemala, hai uno dei paesi più poveri della regione. Hai parti della popolazione molto isolate. E un virus di questa portata potrebbe davvero devastare le comunità”.

READ  Il tribunale federale autorizza nuovamente taluni aborti in Texas nonostante le restrizioni del coronavirus soggette a restrizioni del governatore

Immigrazione e dogane non hanno immediatamente risposto a una richiesta di commento.

ICE Air: come funzionano i voli di espulsione americani
Sito web dell’agenzia Coronavirus indica che i test di temperatura vengono eseguiti prima che i detenuti intraprendano voli di espulsione.

“Qualsiasi detenuto la cui temperatura è di 100,4 gradi o più verrà immediatamente indirizzato a un medico per ulteriori valutazioni e osservazioni”, ha dichiarato il sito web.

ICE Air, la divisione immigrazione e dogana che gestisce i voli di espulsione, generalmente espelle gli immigrati dagli Stati Uniti su voli charter e commerciali. La Casa Bianca ha recentemente chiesto al Congresso di finanziare ulteriori voli charter.

“Con meno opzioni di volo commerciale, gli aerei charter ICE sono necessari per continuare a rimpatriare gli stranieri espulsi e ridurre la necessità di letti aggiuntivi”, ha affermato la sua recente richiesta di bilancio.

I funzionari statunitensi non sembrano ridurre gli sfratti. In effetti, i funzionari ora dicono che espellono rapidamente i bambini migranti che in precedenza sarebbe stato trasferito negli Stati Uniti dopo aver attraversato il confine.
Gli Stati Uniti ritirano rapidamente i bambini migranti a causa di nuove restrizioni sui coronavirus

E da lunedì mattina, i voli di espulsione dagli Stati Uniti continuano ad arrivare in Guatemala.

L’aereo di solito sono pieni quando si vola in America Centrale, ma tornare negli Stati Uniti senza passeggeri a bordo.
Ciò è cambiato la scorsa settimana quando ICE ha collaborato con il Dipartimento di Stato per portare centinaia di cittadini americani bloccati ritorno dall’America centrale sui voli di ritorno.

Michelle Mendoza della CNN en Español ha riferito dalla città del Guatemala. CNN Catherine E. Shoichet ha riferito di Washington. Priscilla Alvarez della CNN ha contribuito a questo rapporto.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_americas/~3/YmbxMRCwEt0/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *