La Cina ha rivelato alcuni dettagli della legge sulla sicurezza nazionale di Hong Kong e sono cattivi come temevano i critici

La legge colma solo una scappatoia, hanno sostenuto, e non è diversa da quella che molti altri paesi hanno sui libri. Le autorità locali e le aziende leader hanno dato il loro peso dietro la legge – vista invisibile – promettendo che avrebbe migliorato la situazione della città e, in ogni caso, interesserebbe solo una manciata di persone.
Sabato, il National People’s Congress (NPC) cinese, che dovrebbe approvare la legge nelle prossime settimane, ha dato a Hong Kong una prima occhiata a ciò che contiene. I critici avevano ragione di preoccuparsiCome stabilito, la legge avrebbe rovesciato il prezioso sistema legale indipendente della città, consentendo a Pechino di scavalcare le leggi locali rafforzando al contempo la sua capacità di reprimere l’opposizione politica.

Più controversa, la legge conferisce a Pechino il potere di esercitare la giurisdizione su alcuni casi penali, il che suggerisce che, per la prima volta nella storia di Hong Kong, i sospetti saranno estradati da oltre confine. il confine da provare, e possibilmente imprigionato, nel continente.

Era la paura di ciò che lo scorso anno ha spinto a protestare contro un disegno di legge di estradizione proposto dal governo di Hong Kong. Queste proteste alla fine costrinsero a far cadere la legge, ma degenerarono in disordini antigovernativi più ampi che, secondo Pechino, richiedevano l’imposizione di nuove norme di sicurezza nazionali.

Antony Dapiran, un avvocato e analista politico con sede a Hong Kong, ha descritto la nuova legge come una “acquisizione generalizzata di Pechino” su molti elementi chiave del governo e della società.

Scrivendo su Twitter, ha affermato che la nuova legge “stabilisce efficacemente un sistema giudiziario parallelo (e) allontana i tribunali di Hong Kong dal potere di interpretazione e decisione finale”.

Nuovo sistema

Quando Hong Kong fu trasferita dalla dominazione britannica alla dominazione cinese nel 1997, il sistema di common law della città rimase sostanzialmente intatto. Il precedente è rimasto in vigore e le protezioni previste dalla nuova costituzione de facto, la Legge fondamentale, così come vari trattati internazionali, hanno garantito un grado senza pari di equità e libertà in Cina, dove il tasso di condanne è a nord di 90%.

Sebbene l’NPC fosse in grado di “interpretare” la Legge fondamentale, sostanzialmente riscrivere in alcuni casi, il governo centrale non aveva giurisdizione su singoli casi e le persone non potevano essere processate per crimini contro Pechino che non erano illegali a Hong Kong.

La nuova legge sulla sicurezza nazionale cambierebbe tutto questo. I dettagli rilasciati nel fine settimana affermano che gli organi di sicurezza cinesi avranno il potere di “esercitare la giurisdizione” su questioni di sicurezza nazionale “in circostanze specifiche”, mentre altre azioni penali ai sensi della legge sarà ascoltato da una giuria scelta dalla città di Pechino. nominato capo.

READ  He's served on 14 boards. Now he wants companies to find other Black candidates

Non dice esplicitamente se gli indagati possano essere estradati nella Cina continentale in tali circostanze.

Sebbene il progetto si riferisca al rispetto dello “stato di diritto” e di varie libertà civili, subordina anche la legge esistente alla legge sulla sicurezza nazionale, in modo che in caso di conflitto, la legge sulla sicurezza prevale il nazionale. In pratica, ciò potrebbe significare che quando un procedimento giudiziario nazionale viola i diritti umani protetti dalla legge di Hong Kong, tali diritti vengono sospesi.

Scrivendo dopo l’annuncio di sabato, Jerome Cohen, esperto di diritto cinese, respinto il “piacere degli occhi” sui diritti umani, sottolineando che “le stesse disposizioni del progetto (legge) sembrerebbero violare queste protezioni”.

“Il trasferimento è chiaramente diventato un acquisto”, ha aggiunto Cohen.

Kevin Yam, avvocato di Hong Kong ed ex organizzatore del Progressive Lawyers Group, disse la legge proposta non meritava un’interpretazione legale, aggiungendo “non c’è nulla da analizzare”.

“È proprio quello che dicono”, ha aggiunto. “E se non possono fare ciò che dicono quando vogliono qualcosa, lo cambieranno come vogliono.”

Manovre giudiziarie

Sebbene non vi fosse alcun suggerimento di una vera consultazione pubblica o referendum sul disegno di legge, molte delle disposizioni rivelate sabato sembravano orientate verso dissipare le paure di Hong Kongers al riguardo, o almeno facilitando la sua vendita al pubblico.

Queste disposizioni fanno parte di un massiccio sforzo di propaganda per vendere il disegno di legge, i manifesti e le pubblicità che promuovono l’intonacatura a Hong Kong, nonché un’apparente spinta da Pechino affinché le società cinesi rientrino nel mercato azionario. della città, stimolando l’economia locale.

In particolare, la creazione di un panel, nominato dal direttore esecutivo Carrie Lam, per ascoltare le questioni di sicurezza nazionale, potrebbe essere stato un suggerimento per coloro che hanno espresso preoccupazione per le notizie che il disegno di legge avrebbe vietato giudici di origine straniera per ascoltarli. Nell’ambito del più ampio sistema di common law, che comprende anche il Regno Unito, il Canada, l’Australia e una serie di altre giurisdizioni, Hong Kong nomina periodicamente illustri giudici “non permanenti” dinanzi alla Corte d’appello finale.

Questi giudici sono nominati dal direttore generale, ma la loro presenza in alcuni casi è stata controversa in Cina, il che ha portato a chiedere il loro licenziamento o la loro esclusione da alcuni casi delicati. Dando a Lam il potere di nominare giudici per ascoltare i casi di sicurezza nazionale, il governo sta essenzialmente aggirando questo problema, consentendogli di scegliere i giudici ritenuti i più leali.

L’Ordine degli avvocati di Hong Kong ha stroncato questi piani sono “straordinari” e un duro colpo per l’indipendenza giudiziaria, sottolineando che Lam nominerà un panel per supervisionare i casi in cui lei stessa è una parte interessata.
Parla con i media locali, Philip Dykes, capo dell’Ordine degli Avvocati, ha affermato che la legge è una “ricetta per il conflitto di interessi” e consentirebbe a Lam di “scegliere” i giudici che hanno ascoltato i casi più controversi.
Alvin Yeung, avvocato e avvocato dell’opposizione, disse la proposta era “una chiara partenza dalle tradizioni di common law”.

Attività politiche

Ancora più preoccupante è l’estensione del potere dei tribunali cinesi e dei servizi di sicurezza a Hong Kong.

READ  Confine India-Cina: le immagini satellitari mostrano l'accumulo nel luogo di uno scontro mortale

Permettere all’apparato di sicurezza cinese di operare in città solleva lo spettro della persecuzione extralegale. Dissidenti e attivisti in Cina spesso mancano alle autorità o minacciati di arresto a seguito di eventi delicati e molti giornalisti e avvocati vengono trascinati per “prendere il tè” con i servizi di sicurezza, durante i quali ricevono minacce appena velate sulle potenziali conseguenze del loro lavoro.

Dare giurisdizione ai tribunali cinesi “in circostanze specifiche”, d’altra parte, probabilmente garantirà condanne in questi casi. Il sistema legale cinese è stato ampiamente criticato per la sua mancanza di protezione dei diritti umani, i suoi procedimenti politici nudi e il suo tasso di condanne quasi universale. La legge sulla sicurezza nazionale del paese è stata generalmente interpretata in passato per imprigionare attivisti, intellettuali e giornalisti.

Due canadesi citato in giudizio la scorsa settimana per spionaggio è un esempio pertinente. Michael Kovrig e Michael Spavor sono stati arrestati alla fine del 2018 poco dopo la detenzione del CEO di Huawei Meng Wanzhou in Canada. Mentre la Cina sostiene che esistono prove “solide” contro i due uomini, il Canada considera il caso “arbitrario” e motivato politicamente.
Kovrig e Spavor sono anche un esempio di come la legislazione sulla sicurezza nazionale in Cina differisce da quella dei paesi democratici. Il Canada, per esempio, ha leggi contro spionaggio e spionaggio, e le persone sono state perseguite.
La differenza è che queste leggi e le relative cause devono essere conformi Carta dei diritti e delle libertà canadese, la carta dei diritti del paese e potrebbe essere annullata se giudicata incostituzionale da un tribunale.
Questo non è il caso della Cina e potrebbe non esserlo presto a Hong Kong, se il conto andrà avanti. Anche se la Cina menziona alcuni diritti nei suoi Costituzione, questi sono subordinati alla legge e non preponderanti. Esistono libertà di espressione, religione e stampa in linea di principio, ma “non può pregiudicare gli interessi dello Stato”.

Allo stesso modo, Hong Kong garantisce i diritti previsti dalla Legge fondamentale e essendo firmataria delle convenzioni internazionali, ma la Legge sulla sicurezza nazionale redatta prevarrebbe su queste protezioni.

Coloro che cercano di far valere i propri diritti costituzionalmente protetti in Cina sono spesso perseguiti per motivi di sicurezza nazionale, come il premio Nobel per la pace Liu Xiaobo, è morto nel 2017 dopo anni di prigione per “istigazione alla sovversione del potere statale”. L’opera più famosa di Liu, la Carta 08, di cui è stato autore, ha in parte chiesto ai giudici di essere in grado di “difendere l’autorità della Costituzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *