Lewis Hamilton chiede diversità e inclusività
Simone Biles è stata nominata Sportswoman of the Year per la terza volta dopo aver vinto cinque medaglie d’oro ai Campionati del mondo di ginnastica di Stoccarda dell’anno scorso.

Hamilton ha vinto il suo sesto campionato mondiale di Formula 1 l’anno scorso, mentre Messi, che non era presente alla cerimonia di premiazione, ha vinto il suo sesto Pallone d’Oro.

Era la prima volta nella storia dei premi, spesso considerati Oscar dello Sport, che il titolo di Sportsman of the Year era condiviso.

“Sono cresciuto in uno sport che ha davvero dato un senso alla mia vita”, ha detto Hamilton.

“Sono così grato per ciò che mi ha portato. Ma in realtà sono cresciuto in uno sport che ha poca o nessuna diversità.

“Penso che questo sia un problema che siamo costantemente di fronte. È nostra responsabilità utilizzare la nostra piattaforma per questo, proprio quello, spingendo davvero per l’uguaglianza di genere, l’inclusione di genere e assicurandoci davvero che ci stiamo impegnando e cercando davvero di rappresentare dove si trova il mondo oggi “.

La serie W – un campionato di sport femminili per sole donne – è stata lanciata lo scorso anno e vinta dal pilota britannico Jamie Chadwick.

Solo sei donne hanno già partecipato a un weekend del Gran Premio di F1.

Più recentemente, un pilota colombiano Tatiana Calderon è stato una figura di spicco nel motorsport femminile, essendo stato selezionato come collaudatore per l’Alfa Romeo e avendo partecipato al campionato di Formula 2.

Hamilton è il terzo pilota a vincere il premio Sportsman of the Year dopo Michael Schumacher e Sebastian Vettel, mentre Messi è il primo calciatore.

READ  Stai volando presto? Le compagnie aeree richiedono o spingono per le maschere

L’America’s Biles sarà uno degli atleti più straordinari da guardare alle prossime Olimpiadi di Tokyo dopo aver vinto quattro medaglie d’oro e una di bronzo a Rio 2016.

Simone Biles mostra il suo viaggio medaglia ai campionati del mondo.

“Significa il mondo per me”, ha detto Biles, 22 anni, quando ha ricevuto il suo onore.

“Questo è il mio terzo premio Laureus, quindi sono davvero grato.

“Voglio congratularmi con tutti gli altri candidati e voglio anche (dire) ringraziare la mia famiglia e i miei amici per tutto il loro sostegno nel corso degli anni.”

La squadra di rugby sudafricana, che ha vinto la Coppa del mondo l’anno scorso, ha vinto il premio Team of the Year, mentre Sophia Floersch, che è tornato al motorsport dopo aver subito un terribile incidente nel 2018, ha vinto il premio di ritorno.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_motorsport/~3/7VSSq_-1v8M/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *