Raheem Sterling: la star del Manchester City afferma che “non pensa al suo lavoro” mentre combatte l’ingiustizia razziale

“Non penso davvero al mio lavoro quando succedono cose del genere. Penso a ciò che è buono ea quel punto, sai, ci sono solo troppe persone da prendere”, ha detto ha detto l’internazionale inglese di 25 anni. BBC Newsnight mentre meditava sulle proteste globali scatenate dalla morte di George Floyd.

“È andata avanti per centinaia di anni e le persone sono stanche. Le persone sono pronte per il cambiamento. Continuo a dire quella parola.

“Vedo molte persone sui social media e altri che supportano la causa, ma è qualcosa che richiede molto più che parlare. Dobbiamo davvero implementare il cambiamento”.

La prestazione migliore

Dopo essere stato soggetto ad abusi razzisti fan in una partita contro il Chelsea nella Premier League inglese nel 2018, Sterling ha accusato i giornali di “carburante razzismo” con la loro rappresentazione di giovani calciatori neri.

Pur ammettendo che le proteste dopo la morte di Floyd sono state un “ottimo punto di partenza” per innescare una conversazione, ha affermato che il vero cambiamento avverrà solo quando i neri saranno meglio rappresentati in posizioni di autorità.

“Ci sono qualcosa come 500 giocatori nella Premier League e un terzo di loro sono neri e non abbiamo alcuna rappresentazione di noi nella gerarchia, nessuna rappresentazione di noi nello staff tecnico”, ha detto. dichiara.

“Non ci sono molti volti con cui possiamo identificare e conversare.”

Nuno Espirito Santo of Wolves è attualmente l’unico manager attivo del background di Black, Asian ed Ethnic Minority (BAME) nella Premier League inglese dopo che Chris Hughton è stato licenziato da Brighton nel 2019.

Hughton ritiene che gli stereotipi razzisti di lunga data abbiano portato alla perdita di influenti giocatori neri che avrebbero potuto essere modelli di gestione per le generazioni future.

“Il fatto deludente è che non abbiamo fatto questi progressi”, ha detto Hughton. detto alla CNN. “Soprattutto in un momento in cui ne abbiamo parlato più di ogni altra volta.”

Sterling ha utilizzato il confronto di quattro precedenti stelle della Premier League – Steven Gerrard, Frank Lampard, Sol Campbell e Ashley Cole – che hanno avuto tutti carriere di successo.

READ  Tour de France 2021, 19a tappa: Van Avermaet attacca | Il diretto

Tuttavia, il manager dei Rangers Gerrard e il boss del Chelsea Lampard sono gli unici due che hanno avuto la possibilità di gestire club di élite.

“Allo stesso tempo, tutti hanno rispettosamente fatto i loro badge per allenare ai massimi livelli e i due che non hanno avuto le giuste opportunità sono i due ex giocatori neri”, ha detto Sterling.

“Vogliamo trovare una soluzione”

Migliaia di persone hanno partecipato alle marce Black Lives Matter nelle principali città del Regno Unito come Londra, Bristol, Manchester ed Edimburgo nonostante i consigli del governo che le persone dovrebbero evitare proteste di massa.

Mentre i ministri chiave hanno criticato i manifestanti per aver smentito le distanze sociali, Sterling afferma che le persone hanno ragione a partecipare e che “l’unica malattia in questo momento è il razzismo che stiamo combattendo”.

“Questa è la cosa più importante in questo momento perché è qualcosa che sta accadendo da anni”, ha detto.

“Come la pandemia, vogliamo trovare una soluzione per terminarla.

“Allo stesso tempo, tutti questi manifestanti lo stanno facendo. Stanno cercando una soluzione e un modo per porre fine all’ingiustizia che vedono, e stanno combattendo per la loro causa.

“Fintanto che lo fanno in modo pacifico e sicuro, senza ferire nessuno ed entrare nei negozi, continuano a protestare in questo modo pacifico”.

Sebbene le proteste siano state in gran parte pacifiche nel Regno Unito, alcune si sono riscaldate sabato mentre attivisti e polizia si sono scontrati vicino a Downing Street. Domenica, gli attivisti hanno distrutto una statua del proprietario di schiavi del 17 ° secolo Edward Colston a Bristol.

READ  Calciomercato - Caso Tonali, il Milan ha un accordo: i dettagli

Per prendere una posizione

Come Sterling, gli atleti di tutto il mondo hanno parlato dopo la morte di Floyd.

Il suo compagno di squadra inglese Jadon Sancho ha pubblicato un “Giustizia per George Floyd” alto dopo aver segnato per il Borussia Dortmund in Germania mentre la stella della NFL Von Miller e il MVP MVP del 2019 Giannis Antetokounmpo ha partecipato ai raduni.

“Questo è qualcosa che continuerò a fare da solo, e per innescare questi dibattiti e convincere le persone del mio settore a guardarsi e pensare a cosa possono fare per dare alle persone pari opportunità in questo paese “, ha aggiunto Sterling.

“Spero che altri settori possano farlo, così come la società di tutti i giorni e il sistema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *