Decidere cosa fare con i giocatori Under 23 è una vera grande partita, sia dal punto di vista economico che tattico. I bianconeri, infatti, hanno tanti giovani talenti ma devono decidere cosa fare.

Il primo è Nicolò Fagioli, seguito anche da Massimiliano Allegri con il quale aveva giocato alcune amichevoli negli USA. Ha continuato la sua parabola progressiva e migliorata raccogliendo prestazioni e consensi con gli Under 23, ma prima di capire se è pronto per la prima squadra, passa. Potrebbe sicuramente essere inserito in rosa, ma i bianconeri potrebbero aver bisogno di roba già pronta.

Allo stesso tempo alla Juve devono decidere se vogliono fare soldi, come con Muratore che ha guadagnato 7 milioni di euro, un bel reddito che la gestione potrebbe aumentare con altri giocatori che hanno dimostrato talento. , di Frabotta che contro la Roma si è rivelato un vero calciatore per Zanimacchia, Vrioni e Olivieri, che per un motivo o per l’altro potrebbe ricevere telefonate dalle squadre di Serie B, ma non escludiamo anche alcune proposte di volo alto, proprio come Muratore.

Alla Juventus, insomma, si fanno le giuste analisi su quella che potrebbe essere la strategia migliore per i giovani senza bruciarli, garantendo loro un percorso di vera crescita che forse un giorno li porterà in prima squadra.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su Twitter per interagire con Massimo sulle ultime notizie di calciomercato e sulla Juve

READ  Il boss del Liverpool Jurgen Klopp punta al potenziale record di punti dopo aver vinto il titolo di Premier League

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *