È ufficiale: Joe biden vince la nomination democratica per il casa Bianca. Sorridente e visibilmente commosso, l’ex vicepresidente ha ringraziato tutti. “Grazie grazie. Ci vediamo giovedì”, ha detto tra palloncini e coriandoli che gli piovono addosso. Accanto a lui c’è la moglie Jill, la regina della serata. L’ex secondogenita parla a una convention democratica di classe scuola e mai nome Donald Trump, cantando semplicemente le lodi di suo marito.

Clinton: “Con Trump, c’è solo il caos”. Con l’accusatore di Epstein compaiono foto imbarazzanti dell’ex presidente
Michelle Obama, duro attacco a Trump: “Con lui solo caos”. E lui risponde: “Siediti e guarda”

“Come ricostruisci una famiglia distrutta? Allo stesso modo, un paese si ricostruisce. Con amore e comprensione, con piccoli atti di empatia. Con coraggio e fede incrollabile “, dice Jill, interpretando il suo compagno di vita da oltre 40 anni come un uomo” determinato “che” lavora per gli altri “. Un uomo degno della Casa Bianca in questo momento. “Joe farà per le vostre famiglie quello che fa per le sue”, dice l’aspirante first lady degli americani, alla quale spiega – con un messaggio di unità – come “l’amore ci rende resilienti e noi siamo resilienti. ci permette di diventare migliori di quello che siamo soli. Joe può unirci e portarci avanti. Biden si congratula con il suo ex capo Barack Obama.

“Sono orgoglioso di te”, twitta l’ex presidente. Congratulazioni anche da Alexandria Ocasio-Cortez. Coloro che si aspettavano l’approvazione di Biden dall’appassionata star dei Democratici sono rimasti delusi: Ocasio-Cortez è intervenuto prima dell’apertura dell’appello e ha sostenuto la nomina di Bernie Sanders, che ha avuto successo in creare un “movimento storico”. Un intervento che ha confuso molti, soprattutto sui social, tanto che la deputata è stata costretta a spiegare in un tweet il motivo del suo intervento: “Se sei confuso, non preoccuparti. Le regole della convenzione richiedono appelli e nomine per tutti i candidati che superano la soglia dei delegati. Mi è stato chiesto di essere il secondo per la nomina di Sanders per un appello.

READ  Famosi dipinti di Picasso: 7 opere essenziali del maestro spagnolo

Le mie sincere congratulazioni a Joe Biden, vinciamo a novembre ”. La seconda serata del convegno democratico passa più lentamente della precedente, ma il messaggio è costante e riguarda Donald Trump. Lo dice Bill Clinton, John Kerry e Caroline Kennedy lo fanno eco, e Colin Powell lo condivide forte e chiaro: Trump è l’uomo sbagliato per la Casa Bianca e deve essere messo sotto accusa. “Il paese ha bisogno di un comandante in capo che si prenda cura delle nostre truppe mentre si prende cura della sua famiglia. Joe Biden non ha bisogno di alcuna istruzione “, ha detto Powell, l’ex segretario di stato repubblicano che ha sostenuto Barack Obama nel 2008 e 2012 e Hillary Clinton nel 2016, quando era visto come il futuro dei conservatori per anni.

“Sta solo difendendo se stesso, non il paese”, aggiunge Kerry, sottolineando che gli Stati Uniti hanno bisogno di un leader rispettato all’estero, non di un leader che prende in giro. “Con Donald Trump, c’è solo il caos alla Casa Bianca”, ha detto Bill Clinton, descrivendo Trump come “un tiranno crollato come un castello di carte”. Al coro degli oppositori del presidente americano si unisce anche la vedova del repubblicano John McCain, che affida a un video il ricordo della lunga amicizia tra “John e Joe, un’amicizia che sulla carta non avrebbe dovuto funzionare” e che al contrario “dura”. oltre 30 anni “.

Ultimo aggiornamento: 06:57


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *