Questi astronauti sono appena tornati sulla Terra per trovare un mondo ora trasformato dal coronavirus

Più di 200 giorni da quando hanno iniziato il loro viaggio nello spazio, le cose sono state diverse. I tre astronauti sono sbarcati venerdì mattina vicino a Dzhezkazgan, in Kazakistan.

“Casa sana e salva”, ha detto la NASA in un tweet venerdì mattina. “Lo sbarco di oggi conclude una missione di 205 giorni per @Astro_Jessica e Oleg Skripochka e una missione di 272 giorni per @AstroDrewMorgan. Benvenuti a casa!”

È un parallelo quasi ironico.

Essere un astronauta durante una pandemia: & quot; Penso che mi sentirò più isolato sulla Terra & quot;
“50 anni fa, una crisi nello spazio si è conclusa con il sicuro ritorno dell’equipaggio # Apollo13”, Morgan ha scritto su Twitter venerdì. “Ora, quando l’equipaggio della Soyuz MS-15 ritorna, la crisi è sulla Terra. La costante: la dedizione e l’ingegnosità dei centri di controllo della missione in tutto il mondo.”
In una conferenza stampa la scorsa settimana, Meir e Morgan hanno affermato di aver seguito l’evoluzione del virus sulla Terra – ma guardando così lontano, poco sembrava essere diverso sul nostro pianeta.

“Possiamo guardare le notizie qui e abbiamo chiacchierato con amici e famiglie per provare a dipingere un quadro”, ha detto Morgan. “Ma da lassù, è difficile capire cosa è successo e come la vita sarà diversa quando torneremo.”

Morgan è stato selezionato dalla NASA come astronauta nel 2013 e funge anche da medico di emergenza con l’esercito degli Stati Uniti.

“Come medico di emergenza, so cosa vuol dire essere in un ospedale o in prima linea in un ospedale da campo”, ha detto. “Sono molto orgoglioso di far parte di questa professione, ma allo stesso tempo mi sento in colpa di essere il più separato possibile da questo momento.”

In che modo la NASA protegge gli astronauti e la Stazione Spaziale Internazionale dai coronavirus
Il protocollo NASA per gli astronauti sulla Terra include il controllo medico dopo l’atterraggio come medici e altri I team della NASA stanno aiutando gli astronauti ad adattarsi alla gravità terrestre e ad abituarsi a cose come camminare di nuovo. Nelle settimane successive all’atterraggio, il loro stato di salute continua a essere monitorato.

Ma con un virus mortale ormai ampio, la NASA afferma che le procedure post-atterraggio saranno più estese.

READ  Hope Solo e Jerramy Stevens annunciano la nascita dei loro gemelli

“La NASA seguirà le raccomandazioni del CDC sul controllo delle infezioni per coronavirus quando Andrew Morgan e Jessica Meir torneranno sulla Terra e inizieranno il loro periodo di test medici post-volo e di riabilitazione”, Courtney Beasley, portavoce dal Johnson Space Center della NASA in precedenza mi ha detto.

“Ciò include la pulizia delle superfici, l’isolamento sociale, l’enfasi sull’igiene delle mani, l’incoraggiamento dei membri malati del team NASA a rimanere a casa e limitare il contatto con membri dell’equipaggio “.

Ashley Strickland della CNN ha contribuito a questo rapporto.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/cnn_latest/~3/dd8zX7OynUI/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *