Siya Kolisi: un eroe del rugby aiuta i cantoni durante il blocco

Kolisi, che, lo scorso novembre, è diventato il primo capitano nero a guidare il Sudafrica verso la gloria della Coppa del mondo di rugby, sta suonando l’allarme per una potenziale crisi che sta emergendo nei cantoni del Sudafrica in come paese entra nella sua quarta settimana di blocco nel mezzo della pandemia di coronavirus.
“Per me è personale”, ha detto Kolisi, parlando CNN da Port Elizabeth, Sudafrica.

“Non c’è niente di peggio della fame. Non c’è niente di peggio che ascoltare il tuo stomaco prima di andare a letto e senti solo brontolare. Non hai niente da mangiare, non hai altra scelta.

Cresciuto a Zwide Township, appena fuori da Port Elizabeth, il letto Kolisi era una pila di cuscini sul pavimento del soggiorno e trovare cibo da mangiare era una lotta quotidiana. Era una vita che, diceva, era incompatibile con l’alienazione sociale.

“Se fossi rimasto senza cibo per qualche giorno, sarei andato a casa del mio vicino a chiedere qualcosa”, ha detto. “A volte viviamo in una casa con 10 o 15 persone in una stanza. È davvero difficile avere una distanza sociale”.

Dopo aver visto l’impatto della preclusione sui più poveri del Sudafrica, Kolisi e sua moglie Rachel hanno mobilitato gli aiuti.

Hanno promosso il lancio della loro organizzazione benefica – la Fondazione Kolisi – questo mese, fornendo dispositivi di protezione individuale (DPI) ai lavoratori in prima linea e consegnando pacchi alimentari a Zwide Township, trasportando porta a porta per risvegliare lo spirito e la consapevolezza.

“Con i pacchetti alimentari che abbandoniamo, stiamo aggiungendo messaggi nel dialetto Xhosa locale, in quanto è principalmente per le regioni di Xhosa”, ha detto Kolisi.

READ  La Corea del Sud non riporta segni insoliti della salute di Kim Jong Un

“Abbiamo dato istruzioni per le maschere – tutte da Xhosa – su come indossarle … Ma la cosa più importante è questa: se vuoi che le persone restino a casa, dì loro perché. non puoi semplicemente dire a qualcuno di restare a casa e non dargli niente “.

Siya Kolisi e sua moglie Rachel aiutano le famiglie vulnerabili attraverso la Siya Kolisi Foundation.

La coppia spera di estendere questo dispositivo ad altri cantoni. Kolisi vuole restituire e vuole anche incoraggiare gli altri.

“Non sono più in svantaggio e non mi vedo così”, ha detto. “Ma so come ci si sente. Quello che sto cercando di dire è che non devi venire da lì per poterti restituire. Non c’è sensazione migliore che aiutare qualcuno un altro “.

Attraverso la sua fondazione, Kolisi ha contribuito a fornire pacchetti di alimenti essenziali alle famiglie Zwide.

Chiuso all’interno, Kolisi ha avuto il tempo di rivisitare la sua straordinaria vittoria nella coppa del mondo di rugby e, per la prima volta, ha visto la finale contro l’Inghilterra – 80 minuti che fischiavano quando era in campo, il peso di una nazione sulle sue spalle.

Per rallegrare una nazione, il finale è stato recentemente ritrasmesso in televisione, e nella casa di Kolisi quella notte non ci sono state controversie sul telecomando: la moglie di Kolisi ha fatto guardare tutto il mondo da incontrare.

“L’abbiamo guardato di nuovo e abbiamo trovato tutti i dossi di pollo”, ha detto. “Quando Siya suonava come se non vedessi persone e tutto quello che stava succedendo.”

Lo stesso Kolisi ricordava di essere “nella zona” e il discorso accattivante del suo allenatore Rassie Erasmus prima della partita.
Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa (C) si congratula con il fiancheggiante sudafricano Siya Kolisi (L) mentre celebrano la vittoria della Coppa del mondo di rugby 2019.

“Ricordo tutto”, ha detto. “Era esattamente quello di cui avevamo bisogno. Sai, esattamente quello di cui avevo bisogno. Ha parlato di tutte le lotte e delle cose che hai vissuto nella tua vita e di come puoi usarle durante il giorno , in modo da poter cambiare il futuro delle altre persone che verranno dietro di te “.

READ  Carole Baskin risponde ai burloni di YouTube che la intrappolano

Come si sentirà Kolisi quando lo sport tornerà, quando gli stadi potranno riempirsi di nuovo in sicurezza con migliaia di fan? “Sarà incredibile”, ha detto. “Penso che lo sport faccia molte cose per le persone. Sai, rende le persone felici a volte. Parla con tutti.”

Tuttavia, anche questa aspirazione a tornare sul campo non distoglie l’attenzione dall’urgenza dell’attuale crisi.

“La cosa più importante è assicurarsi che tutti siano al sicuro e protetti”, ha detto. “Allora potremo affrontarlo insieme. Chiunque tu sia adesso. Vogliamo tutti combattere questa cosa insieme e dobbiamo rimanere uniti come umanità.”

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/cnn_latest/~3/4TFcj4IG7So/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGAMES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
FPSGames.IT