Trump sospende i finanziamenti dell’Organizzazione mondiale della sanità per gestire un focolaio di coronavirus

Trump ha affermato che la revisione riguarderà il “ruolo dell’OMS nella grave cattiva gestione e la copertura della diffusione del coronavirus”.

L’annuncio di Trump arriva nella peggiore pandemia globale degli ultimi decenni e mentre difende con rabbia la propria gestione dell’epidemia negli Stati Uniti.

Tra domande vorticose sul fatto che abbia minimizzato la crisi o ignorato gli avvertimenti dei membri della sua amministrazione sulla sua potenziale serietà, Trump ha cercato di biasimarlo altrove, incluso all’OMS e nei media.

Gli Stati Uniti pagano 400-500 milioni di dollari all’OMS ogni anno, ha affermato Trump, rilevando che la Cina “paga circa 40 milioni di dollari”.

“Se l’OMS avesse fatto il suo lavoro per portare esperti medici in Cina per valutare obiettivamente la situazione sul campo e denunciare la mancanza di trasparenza della Cina, l’epidemia avrebbe potuto essere contenuta alla fonte con pochissimo morto “disse Trump.

La sua decisione di ritirare il finanziamento dall’OMS segue un modello di scetticismo da parte delle organizzazioni globali che è iniziato molto prima della pandemia di coronavirus. Trump ha sfidato il finanziamento degli Stati Uniti alle Nazioni Unite, si è ritirato dagli accordi climatici globali e ha agitato l’Organizzazione mondiale del commercio, sostenendo che tutti stavano derubando gli Stati Uniti

Il senatore democratico Chris Murphy del Connecticut, che fa parte del Comitato per le relazioni estere del Senato, ha detto martedì che anche se l’OMS e la Cina “hanno commesso errori”, Trump sta anche cercando di distogliere la colpa dalla sua stessa amministrazione.

“In questo momento, c’è uno sforzo molto coordinato tra la Casa Bianca e i loro alleati per cercare di trovare capri espiatori per gli errori fatali del Presidente nelle prime fasi di questo virus”, ha detto. .

READ  North Miami Beach ospita un programma di ristorazione a casa

Murphy ha aggiunto: “È del tutto ironico che il presidente e i suoi alleati stiano ora criticando la Cina o l’OMS per essere stati gentili con la Cina quando in realtà era il presidente a essere il principale apologista del La Cina all’inizio di questa crisi “.

Trump ha detto martedì che se l’OMS avesse agito in modo appropriato, avrebbe potuto istituire un divieto di viaggio per le persone che provenivano dalla Cina prima.

Trump ha detto martedì che l’OMS aveva preso una decisione “pericolosa e costosa” per opporsi alle restrizioni di viaggio dalla Cina.

Ma pochi giorni prima che Trump bandisse i viaggiatori dalla Cina, affittò anche il paese.

Il 24 gennaio, Trump ha twittato: “La Cina ha lavorato molto duramente per contenere il coronavirus. Gli Stati Uniti apprezzano molto i loro sforzi e la trasparenza. Funzionerà bene. In particolare, a nome del popolo americano, voglio ringraziare Presidente Xi!

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha ribadito l’insoddisfazione dell’amministrazione nei confronti dell’organizzazione internazionale tra la pandemia di coronavirus in una serie di interviste prima dell’annuncio del presidente.

“L’Organizzazione mondiale della sanità nella sua storia ha fatto un buon lavoro. Sfortunatamente, qui non ha raggiunto l’apice della sua arte e dobbiamo assicurarci di spingere i nostri sforzi per cambiare radicalmente o prendere un diversa decisione che dice che faremo la nostra parte per assicurarci che questi importanti obblighi sanitari globali, cose che, francamente, proteggono anche gli americani, funzionino davvero “, ha detto Pompeo in un’intervista a” Buongiorno Orlando “.

Alcune settimane prima, Pompeo e il Dipartimento di Stato avevano messo in evidenza il contributo dell’America alla risposta globale alla pandemia, incluso il suo ruolo di “il più grande sostenitore dell’Organizzazione mondiale della sanità dalla sua creazione nel 1948”.

READ  Gli attivisti affermano che il coinvolgimento saudita nell'acquisizione della squadra di calcio inglese è un tentativo di "abusi del regime bianco"

L’annuncio di martedì di porre fine al finanziamento arriva pochi giorni dopo che un importante alleato degli Stati Uniti – il Regno Unito – ha annunciato un ulteriore contributo di 65 milioni di sterline all’OMS.

La decisione di congelare i finanziamenti è l’ultima di una serie di misure amministrative adottate contro organizzazioni multilaterali internazionali. Prima della pandemia, la proposta dell’amministrazione per l’anno fiscale 2021 prevedeva una riduzione di $ 65 milioni per l’Organizzazione mondiale della sanità – una riduzione di oltre il 50% rispetto all’anno fiscale 20.

CNN Kevin Liptak contribuito a questo rapporto.

source–>https://www.cnn.com/2020/04/14/politics/donald-trump-world-health-organization-funding-coronavirus/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *