Risorsa sulla punta del Vaccino contro il covid.

I suoi annunci sono ormai costanti e quasi quotidiani su quando dispensare il trattamento tanto atteso. L’ultima affermazione in merito risale a venerdì 18 settembre, quando il Il presidente americano è tornato per rassicurare la popolazione sulla disponibilità delle cure.

La posta in gioco, oltre alla lotta alla grave epidemia nel Paese, è la rielezione di Trump: le elezioni sono ormai chiuse e il coronavirus è entrato a pieno titolo nella campagna elettorale.

Quando sarà disponibile il vaccino COVID negli Stati Uniti, secondo Trump?

Un vaccino per tutti negli USA? L’appuntamento di Trump

Presidente Donald Trump ha detto che ci saranno dosi sufficienti del vaccino contro il coronavirus per ogni americano entro aprile.

La sua ultima dichiarazione non corrisponde ad alcuna sequenza temporale fornita da agenzie sanitarie del governo federale, ricercatori privati ​​o persino aziende di vaccini.

Tuttavia, il presidente degli Stati Uniti è tornato a diffondere la fiducia tra la popolazione, ribadendo il suo ottimismo sulla pandemia. Anche in questo caso, come spesso è accaduto negli ultimi giorni, Trump è tornato ad usare un tono trionfante sul trattamento:

“Non appena un vaccino sarà approvato, l’amministrazione lo rilascerà immediatamente al popolo americano. La distribuzione inizierà 24 ore dopo la notifica dell’approvazione. “

In particolare, il presidente ha sottolineato che entro la fine dell’anno 100 milioni di dosi saranno già disponibili negli Stati Uniti, con la possibilità di distribuire il trattamento mensilmente, fino alla completa copertura della popolazione entro aprile.

Previsione realistica dei vaccini americani?

Diversi esperti hanno esitato su un altro proclama di Trump. Il problema, infatti, è molto delicato e mette a rischio la salute delle persone.

READ  L'uragano Laura colpisce il suolo in Louisiana, almeno quattro vittime

Da tempo le precipitazioni sono viste con scetticismo casa Bianca mercato a vaccino durante l’anno. Le motivazioni politiche e strumentali del presidente – che punta tutto sulla sua rielezione – si scontrano con analisi più scientifiche.

il Astuccio AstraZeneca, che ha dovuto interrompere e poi riprendere la sperimentazione vaccinale, è un esempio della delicatezza della fase di sperimentazione.

In effetti, alcuni esperti hanno risposto all’entusiasmo di Trump. Peter Hotez, pediatra, esperto di vaccini e direttore di Scuola nazionale di medicina tropicale, ha detto al CNN:

“Ci sono troppe incognite in questo momento … Prima di tutto, non sappiamo nemmeno se qualcuno dei tre vaccini negli studi clinici funziona o se è sicuro … E stiamo producendo a rischio. , quindi immagino che i numeri di produzione siano possibili, ma … non abbiamo dettagli sulla distribuzione. “

Conclusione: vaccinazione tutti gli americani entro aprile? Impossibile, riassume il dottore. Avere la massima copertura entro il 2021 sarebbe già un record mondiale di velocità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *