Bonus PC e internet da 200 a 500 euro:

La tecnologia si è rivelata essenziale per gli italiani durante il periodo di blocco, con molte persone che hanno continuato a lavorare in modo intelligente da casa e con studenti di tutti i livelli che hanno completato con successo l’apprendimento a distanza (DID).

Siamo nel mezzo di Rivoluzione numerica Paese sperato, una trasformazione che solo in pochi mesi è diventata realtà grazie alla pandemia. Abbiamo dimostrato di essere all’altezza del compito, ma c’è ancora molta strada da fare per allinearci agli standard europei.

L’Unione Europea ha deciso di incoraggiare questo approccio dando il via libera bonus internet e pc, ovvero un incentivo all’acquisto di servizi web, strumenti di navigazione, PC o tablet.

Il commissario europeo per la concorrenza Margrethe Vestageuse specificato che il bonus internet e pc mirava a ridurre Frazione numerica in Italia, che nell’emergenza coronavirus è diventata ancora più evidente.

Ora il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, firmato I decreti applicativi per l’allocazione delle risorse da investire negli interventi previsti dal piano scuola e dal piano voucher per le famiglie nell’ambito della strategia broadband.

il Bonus Internet e PC di 500 euro è destinato a famiglie con ISEE basso mentre il bonus pc e internet di 200 euro è indipendente dal reddito e serve per l’acquisto della connessione. La strategia di connettività è stata implementata dal MISE con CoBul (Comitato per la trasmissione della Banda Ultralarga).

Digitalizzazione: l’Italia è la maglia nera d’Europa

L’Italia è ancora molto indietro digitalizzazione rispetto ad altri Stati membri dell’UE. Secondo il rapporto 2020 della Commissione Europea, il Bel Paese si colloca solo in classifica 25 ° posto su 28, che mostra un indice deludente dell’economia e della società digitale (Desi). Solo il 42% degli italiani di età compresa tra 16 e 74 anni possiede competenze digitali di base (58% nell’UE) e solo il 22% ha competenze avanzate (33% nell’UE).

READ  Assassin'S Creed Origins

Dietro di noi solo Bulgaria, Grecia e Romania mentre sul podio troviamo Finlandia, Svezia e Danimarca.

La notizia è scioccante soprattutto perché non c’è miglioramento rispetto al 2019, da allora abbiamo perso due posizioni in classifica, tornando allo stesso posto occupato nel 2018.

Dati dae-government, con solo il 32,3% degli italiani che ne ha usufruito, la percentuale più bassa del Vecchio Continente.

L’Italia si trova di fronte a una contraddizione insostenibile tra essere tra i primi dieci paesi industrializzati del mondo e tra gli ultimi a utilizzare l’innovazione, ha osservato. Cesare Avenia, Presidente di Confindustria Digitale, sottolineando che questa contraddizione dura da anni e che si è tradotta in un vero e proprio blocco delle capacità non solo di crescita, ma anche di progettare un nuovo Paese più semplice, più efficiente ed efficace, capace di ” attirare investimenti e aprire nuove opportunità per i giovani.

Bonus PC e Internet 2020: cos’è ea cosa serve

Cos’è il bonus PC e Internet 2020? In arrivo Risorse per sostenere la rivoluzione digitale del nostro Paese. L’Unione Europea ha messo a disposizione dell’Italia una somma significativa da finanziare bonus internet e pc previsto dal Piano Nazionale di Riforma (Pnr), ovvero un rimborso fino a 500 euro a famiglia per l’acquisto di servizi web, strumenti di navigazione e dispositivi elettronici quali computer e tablet che saranno disponibili almeno da settembre per la prima rata.

Nel frattempo, i vettori stanno finalizzando gli ultimi dettagli delle nuove promozioni che inizieranno a settembre, con piena ripresa dei lavori dopo la pausa estiva, ancora per molti in smart work. Per la pubblica amministrazione è stato garantito un lavoro agile almeno fino alla fine dell’anno. E ‘invece assicurata la ripresa della scuola in presenza e in sicurezza ma con possibili opzioni sempre legate al DID.

READ  Assassins Creed Odyssey Sparta Logo Portafoglio Nero

Requisiti e Importo Bonus PC e Internet ISEE 2020:

Bonus PC e Internet quanto dovuto: Il bonus pc e internet 2020 varia da un importo minimo di 200 euro a un massimo di 500 euro.

Bonus PC e requisiti interni per richiederlo:

  • Avere un ISEE inferiore a 20.000 euro, in questo caso è previsto un bonus di 500 euro per l’acquisto di connessioni veloci, tablet e pc;

Bonus per Internet e PC 2020: come funziona e come richiederlo

Non tutte le famiglie hanno i mezzi finanziari per adattarsi tecnologicamente ai cambiamenti che la pandemia ci sta imponendo. Siamo un Paese ancora in ritardo sul piano della digitalizzazione, come confermano i dati, per questo è necessario che le aziende investano nella transizione e che lo Stato aiuti le famiglie meno fortunate dal punto di vista economico. , altrimenti peggiorerebbe solo le divergenze di classe e di istruzione, che poi interessano principalmente la divisione geografica in mezza Italia, con il Nord industrializzato e digitalizzato e il Sud arretrato senza infrastrutture di base.

Il bonus Internet e PC è stato appositamente progettato per famiglie italiane a basso reddito, con indicatore Vedo meno di 20mila euro. L’importo complessivo di 500 euro sarà destinato all’acquisto di servizi a banda larga con velocità di download dei dati di almeno 30 megabit al secondo (Mbps) fino ad un massimo di 200 euro e per l’acquisto di dispositivi dispositivi elettronici, come i PC. e tablet, fino a 300 euro purché offerti dallo stesso operatore di telecomunicazioni.

Il contributo di 200 euro per i collegamenti veloci è più destinato a tutte le famiglie, senza limite Isee.

Il bonus verrà erogato tramite il meccanismo di Bene, con una piattaforma dove inserire i tuoi dati per richiedere l’incentivo.

READ  Apple vuole atomizzare Epic Games dall'App Store rimuovendo i suoi account di sviluppo, inizia una nuova causa - Multiplayer.it

Il bonus Internet coprirà anche aziende, con un bonus di 500 euro per le aziende per la connettività di almeno 30 Mbps e un rimborso fino a 2000 euro per la connettività fino a 1 Gbits (fibra).

Questa è solo la prima fase delle misure di sostegno che il Comitato per l’alta velocità (Cobul) da me presieduto ha approvato per promuovere la domanda di servizi di connettività in tutto il paese. – ha dichiarato il ministro dell’Innovazione e della digitalizzazione Paola Pisano -. Un pacchetto che fornisce un tutto 1.150 milioni di euro di contributi a favore di imprese e famiglie“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *