Il grande spettacolo di apertura dell’economia di Trump nasconderà la vera storia

Ma con molti stati che raggiungono o superano le loro altezze nella lotta contro l’agente patogeno, e altri ancora lontani dai propri, la decisione di Trump può sembrare una grande distrazione.

Diversi governatori hanno detto mercoledì che i loro stati erano tutt’altro che aperti, con qualche avvertimento che i loro casi di coronavirus non avevano ancora raggiunto il picco. Trump ha citato buone notizie da una curva che rallenta a Washington, DC. Ma il sindaco Muriel Bowser ha esteso lo stato di emergenza del distretto mercoledì fino al 15 maggio. Il sindaco di Los Angeles Eric Garcetti ha detto alla CNN che avrebbe potuto vietare eventi sportivi fino al 2021. E i medici e le infermiere in prima linea hanno sopportato un altro giorno di agonia e paura dell’infezione.

Il fatto che sia costituzionalmente superfluo per Trump consentire agli stati di aprirsi suggerisce che la sua vera intenzione è un dispositivo politico dell’anno elettorale che lo posiziona come leader della rinascita e coloro che si oppongono a lui come gli sbandati trattengono l’America.

“Annunceremo le linee guida e parleremo di vari stati, ed è molto eccitante”, ha detto Trump in un’altra esuberante conferenza stampa su Rose Garden mercoledì.

“Ritorneremo i bambini, tutti noi, tutti noi. È incredibile, cosa sta succedendo”, ha detto Trump. “Domani sarà un grande giorno … Avremo aperture che … supereranno le nostre aspettative e saranno al sicuro.”

Trump si ritira dal colpo di frusta dell '
Il contesto politico delle osservazioni di Trump è importante perché conferma i rapporti, anche da parte della CNN, secondo cui nulla distoglierà il Presidente dal suo desiderio di aprire il Paese il 1 ° maggio e che sta lavorando sulla motivazione personale anziché dati solidi.

La conferenza stampa di mercoledì, come almeno i suoi due predecessori, è stata un esercizio di messa in onda di rimostranze e creazione di frasi sonore per i media conservatori.

Lunedì, Trump ha ignorato l’esatta copertura mediatica della sua iniziale gestione sciatta della pandemia. Il giorno successivo, ha criticato l’Organizzazione mondiale della sanità per essere lento a reagire e per aver litigato con la Cina – trasgressioni di cui è anche colpevole. Mercoledì ha lanciato un assalto all’emittente internazionale finanziata dagli Stati Uniti, Voice of America, e ha minacciato un tentativo costituzionale di chiudere il Congresso se il Senato non avesse approvato i suoi appuntamenti.

Nessuna di queste azioni salverà vite americane o consentirà persino il recupero dell’economia. Ma distolgono l’attenzione dalle crescenti critiche e prove concrete che ha gestito male la pandemia da sempre.

READ  I due terzi degli Stati Uniti interessati solleveranno le restrizioni troppo rapidamente

Ragioni di ottimismo

Trump minaccia di invocare l'autorità costituzionale che non ha mai usato per aggiornare il Congresso e far passare i candidati
Mercoledì scorso, il presidente ha rilasciato statistiche incoraggianti che mostrano la curva di infezione che ristagna in alcuni punti critici in tutto il paese, come New York e la California. Il temuto sovraffollamento e la carenza di attrezzature che potrebbero costringere i medici a decidere chi vive o muore sembrano essere stati mitigati dal numero schiacciante di osservazioni degli ordini di supporto domiciliare che hanno appiattito la curva.

Non c’è dubbio che dopo tristi settimane di arrampicata, ci sono motivi di ottimismo. I presidenti hanno un ruolo importante da svolgere nel sollevare il morale nazionale. E l’impatto economico delle chiusure è catastrofico, facendo perdere lavoro a milioni di persone.

Ma una pandemia non solo scompare. I dettagli della pianificazione statale suggeriscono che la vita non tornerà a livelli quasi normali fino a quando non vi sarà un vaccino, probabilmente non fino al prossimo anno.

Ciò significa che rimarranno in vigore misure di allontanamento sociale. Molte persone lavoreranno da casa e bar e ristoranti saranno a capacità ridotta solo se possono aprire.

Gli americani stanno ancora morendo a frotte. Il presidente ha ragione a dire che molti stati e contee rurali non sono gravemente colpiti dalla malattia, ciò non significa che non continuerà la sua marcia attraverso il paese. Ciascuno stato e regione può avere una linea temporale diversa. E mentre il piano di Trump consente tale variazione, i suoi costanti sforzi per riportare il paese al lavoro potrebbero rendere molto più difficile per i funzionari locali convincere la loro gente a rimanere congestionata.

La prontezza di Trump a raccogliere i dati più favorevoli a sostegno della sua desiderata linea d’azione ricorda anche i primi mesi di quest’anno, quando il Presidente ha insistito sul fatto che il coronavirus non sarebbe stato un grosso problema per loro. Stati Uniti e che era sotto controllo. Questa previsione si rivelò disastrosamente sbagliata e sollevò domande sulla sua leadership che Trump ora trascorre ogni giorno cercando di screditare.

READ  Le ragazze progettano il primo satellite spaziale privato dell'Africa

I capi di Stato e gli esperti locali hanno avvertito che un inasprimento delle normative sul distanziamento sociale potrebbe innescare una ripresa del virus.

Governatori, sindaci e medici devono vivere nel mondo reale. Trump può esistere nella politica più favorevole che crea. Fornendo linee guida statali sull’apertura, si libera effettivamente dalla responsabilità per la decisione finale. È una posizione politica che gli consente di incolpare gli altri per aver fermato l’economia. Delizia la sua base conservatrice, i media e le grandi aziende che aspirano a un ritorno al lavoro. E le sue nuove linee guida gli daranno un margine di manovra a qualcun altro se uno stato decide di aprirsi presto e subisce un picco di infezioni.

Da un punto di vista puramente politico – che è quello da cui normalmente opera il presidente – non c’è molto da perdere.

Perché è ancora troppo presto per aprire

Le morti totali di coronavirus negli Stati Uniti compilate dal CDC ora includeranno

Diversi studi accademici ed esperti hanno concluso che l’unico modo sicuro per aprire l’economia nazionale sarà un sistema di test di massa in grado di tracciare, isolare e rintracciare le infezioni da coronavirus che si verificheranno come società riprenderà.

Trump si è vantato mercoledì che, in volume, l’America ha avuto il maggior numero di test al mondo, oltre 3,3 milioni di test effettuati finora. Ma gli esperti stimano che saranno necessari milioni al giorno o alla settimana.

I dirigenti aziendali hanno detto al presidente mercoledì che avrebbero dovuto migliorare le garanzie di prova prima di rimandare i loro lavoratori al lavoro.

Tuttavia, Trump ha rifiutato di spiegare come il governo avrebbe ampliato il programma di test fallito. E dice che spetta agli Stati fare comunque le cose, sottrandosi nuovamente alla responsabilità.

“Vogliamo che lo facciano. Non gestiremo un parcheggio in Arkansas, non gestiremo un parcheggio dove hai un Walmart … ma hai un centro di test e Washington, DC”, disse Trump.

Robert Redfield, direttore dei Centers for Disease Control and Prevention degli Stati Uniti, ha espresso scarsa fiducia in un’intervista alla CBS “This Morning” che le infrastrutture mediche sono in procinto di riaprire ampiamente.

READ  Questi astronauti sono appena tornati sulla Terra per trovare un mondo ora trasformato dal coronavirus

“Sarà molto importante mettere in atto alcuni elementi: più ovviamente, testare diagnosi precoci, espandere la capacità di salute pubblica per diagnosi precoci, isolamento e tracciabilità dei contatti”, ha affermato Redfield.

“Questo sarà fondamentale per mantenere e contenere i casi quando si presentano. E quindi assicurarci di avere la capacità sanitaria di affrontarli, mentre lavoriamo per riconquistare la fiducia del pubblico americano che è sicuro tornare al lavoro “, ha aggiunto.

Mercoledì la CNN ha riferito che i governatori e i funzionari sanitari statali vengono ingannati dalla Casa Bianca in merito a un dispositivo di test rapido di dimensioni tostapane realizzato da Abbott Laboratories e trapelato come un “nuovissimo gioco con la palla” del presidente.

Il governo federale ha distribuito le macchine a livello nazionale la scorsa settimana, ma le ha accompagnate con kit di prova sufficienti per testare circa 115 persone in ogni stato.

Gli esperti medici avvertono che negli ospedali mancano ancora test sufficienti per diagnosticare i malati, figuriamoci per coprire il resto della popolazione.

“Abbiamo fatto parecchi progressi nelle ultime settimane. Non siamo ancora vicini a testare tutti coloro che hanno bisogno di essere testati”, ha dichiarato il dottor Jennifer Lee, medico del pronto soccorso della CNJ. .

“Smettiamo di fingere che siano sufficienti tre milioni di test. Abbiamo bisogno della capacità di fare milioni di test se non al giorno, a settimana”, ha detto Lee, aggiungendo che a volte un ospedale potrebbe avere abbastanza kit di test ma non abbastanza tamponi o che i laboratori mancavano di scorte per elaborare i test in modo che i medici potessero fare una diagnosi.

Il governatore di New York Andrew Cuomo, un democratico, ha avvertito mercoledì che ci sarebbe solo una graduale riapertura delle sue condizioni fino a quando non sarà disponibile un vaccino.

“Più test, più aperta l’economia”, ha detto Cuomo.

source–>https://www.cnn.com/2020/04/16/politics/donald-trump-economy-coronavirus-pain/index.html

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

FPSGames.IT