Un ristorante, un tempo soprannominato il migliore al mondo, riapre per dare da mangiare ai primi soccorritori

(CNN) – È sicuro dire che nessuno al mondo si siede per una cena di otto portate, tre ore e più che costa centinaia di dollari in una delle migliori destinazioni del mondo.

Il bastione della pandemia ha praticamente impedito ai ristoranti di lusso di continuare a fare ciò che hanno fatto prima della chiusura.

Mercoledì sera, tuttavia, uno dei migliori ristoranti del mondo, che (temporaneamente) chiuso quando New York ha premuto pausa, ha fatto un 180.

Tre Eleven Madison Park, stellato Michelin, noto per offrire agli ospiti un’esperienza gastronomica lussuosa e senza rivali, tra i più memorabili al mondo, si reincarna.

A partire da giovedì, utilizzerà le sue risorse per diventare commissario per il cibo a supporto dei primi soccorritori di New York e altri nel bisogno.

Undici Madison Park usa la sua cucina e le sue risorse per supportare i newyorkesi bisognosi.

Undici Madison Park usa la sua cucina e le sue risorse per supportare i newyorkesi bisognosi.

Rendilo carino

Mercoledì sera, in un Instagram pubblicato sulla sua pagina personale, Daniel Humm, chef e proprietario del gruppo alberghiero Make it Nice, ha annunciato l’intenzione di accendere le luci e aiutare New York a superare una tempesta che, secondo lui, è solo cominciare.

“A partire da oggi, abbiamo trasformato Eleven Madison Park in una cucina di una stazione di polizia con l’obiettivo di produrre migliaia di pasti al giorno per coloro che lavorano in prima linea e quelli profondamente colpiti dalla crisi attuale”, Humm ha scritto sul suo Instagram. con una cucina buia e vuota.

La pandemia che ha spazzato il mondo è stata un momento particolarmente oscuro per i ristoranti di fascia alta, molti dei quali si sono rapidamente spostati avanti e indietro – bevande alcoliche da asporto incluse – mantieni il personale nudo e cerca di rimanere a galla.

Non tutti i ristoranti con stelle Michelin hanno tentato questo cambiamento. E, in effetti, un ristorante come Eleven Madison Park, dove il prezzo della cena include l’ospitalità ultraterrena e la giusta dose di coccole, potrebbe aver faticato a compiere una transizione senza intoppi .

Le conseguenze economiche che i ristoranti di lusso devono affrontare a causa del loro stato di immobilizzazione sono disastrose, afferma Hillary Dixler Canavan, caporedattore del ristorante sul sito alimentare mondiale. Eater.

“I ristoranti di lusso chiusi che stanno attualmente sanguinando”, dice. “Negli Stati Uniti, non hanno ancora ottenuto un sollievo economico dal governo, e sebbene alcuni possano ottenere un recupero ruotando su un modello da asporto, in generale, da asporto nei migliori ristoranti la gamma è redditizia solo se si realizzano volumi elevati Questi luoghi non sono stati progettati per essere ritirati e consegnati. “

Mentre alcuni ristoranti di fascia media stanno lottando per servire i clienti durante questo periodo incerto e destinazioni gastronomiche più esclusive stanno optando per la chiusura completa, le date di riapertura da determinare, il cambiamento in Eleven Madison Park dovrebbe essere notato .

Per rendere la cucina del curatore una realtà, il ristorante ha unito le forze Ripensare il cibo a New York, un’organizzazione senza scopo di lucro che ricicla il cibo in eccesso per distribuire i pasti alle comunità sottoservite di New York. American Express è anche un partner.
In quel momento, le comunità sottoservite di New York includevano uomini e donne in prima linea nella pandemia e le persone che generalmente dipendono dalle banche del cibo, molte delle quali chiuse a causa di problemi di salute intorno a Covid-19. Molti medici, infermieri e altro personale ospedaliero soggiornano negli hotel di Manhattan, molti dei quali hanno anche passato un giorno ad accogliere i turisti a quello successivo. fornire uno spazio sicuro e pulito per i primi soccorritori.

Undici Madison Park prepara circa 2.000 pasti al giorno, che Rethink raccoglie e consegna agli ospedali e ai newyorkesi bisognosi “, ha detto alla CNN il direttore generale delle iniziative strategiche, Meg Savage.

Mentre le cucine per zuppe della città si chiudono, Savage afferma che Rethink sta aumentando le sue operazioni in risposta in modo che possano servire più cibo a più persone che ne hanno bisogno.

Piatti in uscita da Eleven Madison Park, con Chef Humm Online, includono riso al pollo con cavolfiore arrosto, guancia di vitello brasata con couscous e carote arrostite e pasta con salsa romesco, servita con una focaccia fatta in casa.

La risposta del pubblico alla notizia, secondo Instagram di Humm, è stata travolgente.

Meno di 24 ore dopo l’annuncio, il messaggio di Humm aveva ricevuto oltre 21.000 Mi piace e oltre 1.000 commenti incoraggianti.

Shivani Vora ha contribuito a questa storia.

source–>http://rss.cnn.com/~r/rss/edition_travel/~3/sxdiHe-Ip2Q/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *