Trump minaccia di ritirare la convenzione repubblicana della Carolina del Nord

Trump ha sostenuto che Cooper non è in grado di garantire che l’arena può essere riempita a pieno ritmo.

“Amo così tanto il grande stato della Carolina del Nord che ho insistito affinché la Convention nazionale repubblicana si tenesse a Charlotte alla fine di agosto”, ha dichiarato Trump in una serie di tweet. “Sfortunatamente, il Governatore Democratico, @RoyCooperNC è ancora in uno stato d’animo chiuso e incapace di garantire che in agosto ci sarà permesso di partecipare pienamente all’arena. In altre parole, spenderemmo milioni di dollari per costruire il arena ad un livello molto alto senza nemmeno sapere se il governatore democratico consentirebbe al partito repubblicano di occupare completamente lo spazio “.

Ha continuato: “Diverse migliaia di repubblicani entusiasti e altri si stanno preparando a recarsi nella bellissima Carolina del Nord in agosto. Il governatore deve immediatamente dare una risposta per scoprire se lo spazio sarà completamente posseduto. Altrimenti, noi sarò riluttante a trovare, con tutti i posti di lavoro e lo sviluppo economico che esso comporta, un altro sito per la Convention Nazionale Repubblicana. Questo non è qualcosa che voglio fare. Grazie e amo la gente di Carolina del Nord ! “

I tweet hanno completamente accecato i funzionari di partito e quelli coinvolti nella pianificazione della convention, che hanno ripetutamente affermato che la salute e la sicurezza sarebbero venute prima. I funzionari hanno insistito che la pianificazione della convention è sulla buona strada.

Tuttavia, il vicepresidente Mike Pence ha fatto eco a Trump lunedì, dicendo a Fox News che la convenzione potrebbe essere spostata “se necessario” e elencando alcuni stati che potrebbero essere luoghi alternativi.

“Questo è un problema di cui abbiamo parlato perché queste convenzioni nazionali richiedono letteralmente diversi mesi per organizzare e preparare e ci sono stati in tutto il paese – pensiamo al Texas, pensiamo alla Florida, alla Georgia , gli ultimi due stati che ho visitato nell’ultima settimana che hanno fatto passi da gigante nel riaprire le loro comunità e riaprire le loro economie “, ha affermato Pence.

Pence disse che la richiesta di Trump a Cooper era “molto ragionevole”.

“Vogliamo tutti essere a Charlotte, amiamo la Carolina del Nord, ma avere un senso ora è assolutamente essenziale a causa delle regole e dei regolamenti in gioco e non vediamo l’ora di lavorare con il Governatore Cooper, ottenere una risposta rapida, e, se necessario, spostare la convenzione nazionale in uno stato che è più avanzato nella sua riapertura e può affermare con sicurezza che possiamo riunirci lì “, ha detto.

Il Comitato repubblicano nazionale e la convenzione non hanno immediatamente risposto alla richiesta di commenti e domande della CNN sul fatto che fosse stata discussa la prospettiva di un’altra sede. Il funzionario della campagna Trump ha fatto riferimento alla CNN i tweet del presidente e i commenti del vice presidente sull’argomento, rifiutando di rispondere all’inchiesta della CNN sul fatto che la campagna fosse stata informata che i tweet di Trump stavano arrivare.

Mentre il presidente ha chiesto una “garanzia” dalla Carolina del Nord, questo suggerimento ignora l’incertezza che circonda i livelli estivi del coronavirus.

Cooper, che sarà rieletto a novembre, ha annunciato la scorsa settimana che lo stato passerà alla fase successiva del suo piano di riapertura, con ristoranti, parrucchieri e saloni tra i luoghi che potrebbero aprire venerdì sera. mentre palestre, bar e cinema rimarranno chiusi.

Il sindaco democratico di Cooper e Charlotte, Vi Lyles, ha affermato che le loro raccomandazioni e decisioni sulla convenzione saranno guidate dalla scienza, non dalla politica. Gli imprenditori vedono la convenzione come una potenziale linfa vitale dopo oltre due mesi di disastro economico.

“Non è politico. Non è emotivo. Si basa su esperti di salute, dati e scienza e questo è tutto ciò che tutti possono vedere”, ha detto Cooper alla CNN. “Nessuno è favorito o svantaggiato rispetto all’altro.”

La convenzione repubblicana, che si terrà nella stessa arena del centro in cui il presidente Barack Obama ha accettato il suo secondo mandato nel 2012, è impregnata di incertezza mentre i funzionari di partito decidono come condurre una campagna presidenziale durante una crisi di salute pubblica.

Cooper ha affermato che la manifestazione repubblicana sarà trattata come qualsiasi altro evento importante e che non è chiaro se i concerti o la NFL torneranno quest’estate e in autunno. Le folle sono ancora limitate a 10 persone, per ordine del governatore, con ulteriori fasi di riapertura a venire.

Il mese scorso, il presidente del GOP Ronna McDaniel ha detto ai giornalisti che il Comitato repubblicano nazionale, la campagna di Trump e il comitato ospitante si stanno affrettando a pianificare la convenzione, ma valuteranno se fine giugno o inizio luglio deve essere fatto a causa del coronavirus.

“Al momento non pensiamo di dover passare a un altro piano, ma ovviamente monitoreremo le circostanze e ci adegueremo di conseguenza”, ha detto durante un briefing. McDaniel ha anche detto: “Non terremo una convention virtuale”.

Non è ancora chiaro come potrebbe essere una convenzione GOP adattata e come verranno osservate le linee guida sul distanziamento sociale nei prossimi mesi. Una “convenzione tradizionale” di solito consiste di migliaia di sostenitori stipati in un’arena, compresi i funzionari chiave del partito, durante il processo di nomina formale.

I tweet di Trump arrivano tra le critiche per il suo weekend all’insegna del golf nel suo club in Virginia e poche ore prima di commemorare il Memorial Day partecipando alla posa delle corone al National Cemetery da Arlington e durante una cerimonia a Fort McHenry a Baltimora.

Questa storia è stata aggiornata lunedì con ulteriori sviluppi.

source–>https://www.cnn.com/2020/05/25/politics/trump-threatens-charlotte-republican-convention/index.html

News Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *