Il Movimento Cinque Stelle ha proposto l’introduzione di un nuovo emendamento presentato al decreto di agosto, attualmente all’esame della Commissione Bilancio del Senato. È un incentivo alla transizione verso auto meno inquinanti.

È uno degli emendamenti “segnalati”, quelli che sono stati indicati come prioritari per essere messi ai voti dai gruppi parlamentari. Il primo firmatario è Daniele Pesco, M5s, presidente della commissione bilancio. Stiamo parlando in dettaglio di un file bonus, del valore massimo di 3.500 euro, che potrebbe essere assegnato a tutti i cittadini che decidono di installare nuovi impianti di riqualificazione elettrica sulle proprie vetture, trasformando così veicoli dotati di motori termici.

Un provvedimento sperimentale valido per chi omologa un veicolo in Italia entro il 31 dicembre 2021. La nuova concessione si applica sia alle auto che ai veicoli commerciali leggeri e riconoscerebbe i cittadini 60% del costo di riqualificazione, a cui aggiungerebbe 60% della tassa di bollo per l’iscrizione al PRA. La trasformazione del veicolo deve avvenire sulla base di Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 219 del 2015, noto come il “ decreto ristrutturazione ”, che specifica le caratteristiche del kit necessario per la riqualificazione a norma di legge.

il kit di ristrutturazione comprende un motore elettrico con convertitore di potenza, un pacco batterie e un’interfaccia con il settore per la ricarica delle batterie. Sulle auto vengono apportate modifiche come la sostituzione del motore a benzina o diesel in un motore elettrico, anche i tubi di scarico, il radiatore e il sistema di raffreddamento vengono eliminati. Inoltre viene ovviamente sostituito il serbatoio del carburante e installato il pacco batteria ricaricabile. Una volta ultimati i lavori, l’auto dovrà essere portata alla Motorizzazione Civile, che provvederà all’organizzazioneaggiornamento del documento di riferimento.

READ  Mutui per l'acquisto della prima casa, l'Italia ha le tariffe più basse

Avevamo già parlato della trasformazione delle auto a combustione in auto elettriche, le auto a zero emissioni sono ormai sempre più richieste in Europa e nel mondo, contribuendo alla nascita di una nuova mobilità ecologica e consapevole. Il fenomeno della trasformazione delle auto con motori convenzionali a benzina o diesel in auto elettriche è nato in Francia, e l’Italia vuole partire da lì. Ci sono degli dei kit speciali che permettono la conversione, da oggi pensiamo ad un bonus per promuovere questo tipo di trasformazione nel mondo automobilistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *